Torna Risonanze, il festival della Valcanale noto in tutto il mondo

A giugno la Valcanale apre i suoi boschi alle attività esperenziali, sempre più ricche, organizzate da Risonanze, che non è più solo un festival musicale, bensì permette ai partecipanti di godere appieno e con tutti i sensi di quanto offre questa zona amata dai liutai e dai musicisti di tutto il mondo.

Risonanze 2019 edizione V, dal 13 al 16 giugno, è infatti qualcosa di diverso da un festival. È una vacanza dell’anima. La mattina le esperienze a contatto con gli alberi, nel sentiero degli abeti con yoga, bagni di gong, trekking e bike. Il pomeriggio i laboratori destinati ai piccoli e gli incontri al palazzo Veneziano. La sera i concerti, preceduti dai talk aperitivo per incontrare i protagonisti in una modalità diretta e senza filtri. Da quest’anno poi il legno che suona avrà una sua essenza speciale. Lorenzo Dante Ferro, maitre parfumeur ha creato un profumo dell’abete di risonanza, che verrà presentato nel cuore del bosco. Essenze e sapori: per la vernice del festival lo chef Stefano Basello porterà il proprio pane creato con le cortecce degli abeti. Occhi, narici, palato, ascolto: dal 13 al 16 giugno la musica delle foreste diventa un’esperienza multisensoriale.

L’evento, organizzato dal Comune di Malborghetto-Valbruna, gode del sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e di Fondazione Friuli, Regione Fvg, Uti Canal del Ferro Valcanale, Consorzio Bim Drava, nasce per far conoscere una delle nostre eccellenze, che fa della Valcanale un luogo di riferimento per i liutai e i musicisti di tutto il mondo, offrendo un’esperienza fatta di ambientazioni, suoni e sensazioni impareggiabili. Forte delle oltre 4 mila presenze dello scorso anno, anche per l’edizione 2019 Risonanze è riuscito a proporre un programma trasversale e adatto a più tipologie di spettatori.

Info: https://www.risonanzefestival.com/